Cerchi un modo veloce per valutare la tua casa?
Puoi iniziare da qui: ottienila in 3 minuti, gratuitamente.
Schweizer Immobilienpreis-Barometer

Calcolo del Valore di Usufrutto di un Immobile

Andrea Lazzo
07.03.2024, 11:20
5 min

In questo articolo ripetiamo brevemente il significato di “usufrutto” all’interno del contesto immobiliare, per poi spiegare come avviene il calcolo del valore di usufrutto di un immobile.

Calcolo valore usufrutto

Cos’è l’usufrutto immobiliare?

L’usufrutto è un diritto reale di godimento per il quale un soggetto, chiamato “usufruttuario”, ha il diritto di utilizzare e godere di un bene immobiliare di proprietà altrui, senza cambiarne destinazione economica. Il proprietario del bene, proprio perché non può godere del suo bene fintanto che vale il diritto di godimento dell’usufruttuario, viene chiamato “nudo proprietario”. 

Di fatto, quindi, l’usufrutto rappresenta un diritto di godimento temporaneo, poiché legato alla vita dell’usufruttuario. 

L’usufrutto è disciplinato dagli artt. 978 e seguenti del Codice Civile.

Il valore dell’usufrutto

Ai fini del nostro articolo è importante comprendere il concetto di valore dell’usufrutto. Questo viene definito in termini percentuali rispetto al valore totale del bene e viene calcolato in base all’età dell’usufruttuario al momento della costituzione dell’usufrutto.

Si pensi ad esempio ad un usufrutto costituito per una persona di 20 anni e un altro costituito per una persona di 80 anni. Nel primo caso, il valore dell’usufrutto sarà sicuramente superiore.

Ti occorre sapere quanto vale di mercato ha l’immobile? Puoi scoprirlo sulla nostra pagina dedicata alla valutazione immobiliare online.

Come effettuare il calcolo del valore di usufrutto di un immobile

Il valore dell’usufrutto viene stabilito in base a delle tabelle fornite dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, che stabiliscono la percentuale di valore dell’usufrutto in funzione dell’età dell’usufruttuario. 

Tabella percentuali del valore di usufrutto aggiornate al 2024

Qui di seguito riportiamo la tabella dei coefficienti per il calcolo del valore di usufrutto aggiornata al 2024 (la fonte è il Decreto del 21 dicembre 2023 che stabilisce i coefficienti per la determinazione dei diritti di usufrutto a vita e delle rendite o pensioni vitalizie calcolati al saggio di interesse del 2,50 per cento (precedentemente era del 5%).

Sotto la tabella forniamo le istruzioni per la lettura e la procedura di valutazione.

Età UsufruttuarioCoefficiente% Usufrutto% Nuda Proprietà
da 0 a 2038955
da 21 a 30369010
da 31 a 40348515
da 41 a 45328020
da 46 a 50307525
da 51 a 53287030
da 54 a 56266535
da 57 a 60246040
da 61 a 63225545
da 64 a 66205050
da 67 a 69184555
da 70 a 72164060
da 73 a 75143565
da 76 a 78123070
da 79 a 82102575
da 83 a 8682080
da 87 a 9261585
da 93 a 9941090

Ecco una spiegazione dettagliata di ciascuna voce:

  • Età Usufruttuario: questa voce indica la fascia d'età dell'usufruttuario, ovvero la persona che ha il diritto di godere di un bene (ad esempio, abitare in un immobile o percepire i redditi da esso generati) per un certo periodo di tempo o per tutta la vita, senza esserne il proprietario. Le fasce d'età sono utilizzate per calcolare il valore dell'usufrutto in base alla probabile durata del beneficio;
  • Coefficiente: il coefficiente è un valore numerico che rappresenta la durata stimata dell'usufrutto in base all'età dell'usufruttuario. È usato per calcolare il valore dell'usufrutto: più alto è il coefficiente, maggiore è il valore dell'usufrutto. Il calcolo tiene conto della probabile durata dell'usufrutto, che diminuisce all'aumentare dell'età dell'usufruttuario;
  • % Usufrutto: questa percentuale rappresenta il valore dell'usufrutto rispetto al valore totale del bene. Indica la quota parte del valore del bene che è attribuita al diritto di usufrutto. Ad esempio, una percentuale di usufrutto del 95% su un immobile significa che il diritto di usufrutto su quell'immobile è valutato come il 95% del valore totale dell'immobile;
  • % Nuda Proprietà: la percentuale di nuda proprietà rappresenta il valore della proprietà del bene escluso il diritto di usufrutto. La nuda proprietà è il diritto di possedere un bene senza godere del suo uso immediato, che è riservato all'usufruttuario. La percentuale di nuda proprietà è complementare a quella dell'usufrutto: ad esempio, se l'usufrutto è valutato al 95%, la nuda proprietà sarà valutata al 5% del valore totale del bene.

Queste voci sono utilizzate per calcolare e distribuire il valore di un bene tra l'usufruttuario e il nudo proprietario, basandosi sull'età dell'usufruttuario e sulla durata stimata dell'usufrutto. Questo è particolarmente rilevante in contesti legali e finanziari, come la pianificazione successoria, la vendita di beni immobiliari, o la stipulazione di accordi tra parti.

A proposito del saggio degli interessi legali, riportiamo qui il testo dell’art. 1284 del Codice Civile: 

Il saggio degli interessi legali è determinato in misura pari al 5 per cento in ragione d'anno. Il Ministro del tesoro, con proprio decreto pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana non oltre il 15 dicembre dell'anno precedente a quello cui il saggio si riferisce, può modificarne annualmente la misura, sulla base del rendimento medio annuo lordo dei titoli di Stato di durata non superiore a dodici mesi e tenuto conto del tasso di inflazione registrato nell'anno. Qualora entro il 15 dicembre non sia fissata una nuova misura del saggio, questo rimane invariato per l'anno successivo.

Come effettuare la valutazione dell'usufrutto

Esempio di calcolo del valore di usufrutto di un immobile

Per facilitare la comprensione della valutazione dell’usufrutto dell’immobile, proponiamo un esempio di calcolo

Si consideri un usufruttuario di 45 anni e che il suo diritto di usufrutto valga su un immobile dal valore di 200.000€. Tale valore si può ottenere moltiplicando la rendita catastale per il coefficiente di riferimento per la categoria catastale dell’immobile.

Il coefficiente da utilizzare nel calcolo lo si può ottenere dalla tabella (vedi seconda colonna in corrispondenza della fascia d’età 31 - 40 anni). Il coefficiente aggiornato è pari a 34. Si consideri che il saggio d’interesse legale è del 2,5%. 

A questo punto, abbiamo tutto ciò che ci serve per effettuare il calcolo del valore dell’usufrutto dell’immobile:

Innanzitutto, otteniamo la rendita annua. Per farlo, moltiplichiamo il valore della piena proprietà per il saggio d’interesse legale attuale. Perciò 200.000€ x 2,5% = 5.000€. 

Quindi, calcoliamo il valore dell’usufrutto vitalizio: moltiplichiamo la rendita annua ottenuta per il coefficiente corrispondente all’età dell’usufruttuario. Perciò 5.000€ x 34 = 170.000€.

A questo punto possiamo calcolare anche il valore della nuda proprietà, che sarà pari a 200.000€ (piena proprietà) - 170.000€ (valore usufrutto) = 30.000€. 

3 Punti Chiave
  • L’usufrutto è un diritto che consente a chi ne gode di usare e disporre di un bene di cui non si sia proprietari, ma senza la possibilità di cambiarne l’uso.
  • Per calcolare il valore di usufrutto di un immobile occorre partire dal valore della proprietà, moltiplicarlo per il saggio d’interesse legale e quindi moltiplicare tale risultato per il coefficiente stabilito dalla legge.
  • I coefficienti per la determinazione dei servizi di usufrutto sono presenti in tabelle fornite dal Ministero dell’Economia e delle finanze.

Fonti

FAQ

Come si calcola il valore dell'usufrutto di un immobile in base all'età dell'usufruttuario?

Il valore dell'usufrutto si calcola applicando una percentuale al valore totale dell'immobile, basata sull'età dell'usufruttuario. Questa percentuale si ottiene dalle tabelle fornite dall'Agenzia delle Entrate, che associano a ciascuna fascia d'età un coefficiente percentuale. Il valore dell'immobile viene moltiplicato per la percentuale corrispondente all'età dell'usufruttuario per determinare il valore dell'usufrutto.

Qual è la differenza tra valore dell'usufrutto e valore della nuda proprietà?

Il valore dell'usufrutto rappresenta la quota parte del valore totale dell'immobile attribuita al diritto di usufruire del bene per un certo periodo. Invece, il valore della nuda proprietà rappresenta il valore residuo del bene, escluso il diritto di usufrutto. La somma dei valori di usufrutto e nuda proprietà corrisponde al valore totale dell'immobile.

Cosa succede al valore dell'usufrutto quando l'usufruttuario invecchia?

Con l'aumentare dell'età dell'usufruttuario, il valore dell'usufrutto diminuisce. Questo perché la durata prevista dell'usufrutto si riduce all'aumentare dell'età. Le tabelle dell'Agenzia delle Entrate prevedono coefficienti percentuali decrescenti all'aumentare dell'età, riflettendo così una diminuzione del valore dell'usufrutto a favore di un incremento del valore della nuda proprietà.

Andrea Lazzo
Andrea è nato a Bari e dal 2009 lavora nel campo della SEO. Nel corso degli anni ha coperto ruoli di gestione e redazione di contenuti web per diverse aziende italiane, estere e multinazionali. Come obiettivo si pone l'offerta di un contenuto realmente utile per l'utente, tale da soddisfare la sua richiesta di informazioni specifica.
Articoli correlati
Come Negoziare il Prezzo di una Casa e Trovare un Accordo 

Come Negoziare il Prezzo di una Casa e Trovare un Accordo 

Nelle operazioni di compravendita, è raro che acquirente e venditore siano immediatamente d’accordo sul prezzo. Soprattutto quando si vende casa senza agenzia, può capitare che i prezzi proposti dai proprietari siano sovrastimati rispetto all’effettivo valore dell’immobile. Un privato potrebbe non avere gli strumenti necessari per valutare la vasta pluralità di fattori che concorrono alla definizione […]
Read more
12.04.2024
È Meglio Affittare o Vendere una Casa Inutilizzata?

È Meglio Affittare o Vendere una Casa Inutilizzata?

Disponi di un immobile che non utilizzi e stai valutando se venderlo o concederlo in locazione? Qual è la scelta migliore? È meglio affittare o vendere una casa per monetizzare? Una risposta universalmente valida per tutti in termini assoluti non c’è. La scelta è soggettiva e dipende sostanzialmente dalle esigenze personali, dai progetti per il […]
Read more
10.04.2024
Valutazione Immobile, Chi la fa e Perché è Importante Che Arrivi da Fonti Autorevoli

Valutazione Immobile, Chi la fa e Perché è Importante Che Arrivi da Fonti Autorevoli

La valutazione immobiliare è la conditio sine qua non per effettuare pressoché qualsiasi genere di operazione nel settore del real estate, dalla compravendita, locazione e donazione di immobili alle richieste di mutui e la divisione di beni in seguito a successioni ereditarie, separazioni, divorzi o altre circostanze legali. Considerando l’importanza della posta in gioco, è […]
Read more
16.03.2024