Desideri vendere una casa con usufrutto?
Inizia da qui per una valutazione gratuita.
Schweizer Immobilienpreis-Barometer

Quanto Spetta all’Usufruttuario in Caso di Vendita dell'Immobile Oggetto di Godimento?

Jessica Maggi
15.05.2024
4 min

L’usufrutto è un istituto che consente di fruire di un immobile di proprietà altrui senza diventarne proprietari. Si può vendere una casa oggetto di un tale diritto? Vediamo come funziona la compravendita di beni gravati da usufrutto e quanto spetta all'usufruttuario in caso di vendita dell'immobile oggetto di godimento.

Cos’è l’usufrutto?

L’usufrutto, compiutamente disciplinato dall’articolo 981 del codice civile, consiste nel diritto di un soggetto, detto usufruttuario, di utilizzare un bene di proprietà altrui e trarne ogni utilità, senza però eseguire opere che ne alterino l’originaria destinazione. L’usufrutto costituisce, pertanto, un diritto reale di godimento su beni di proprietà altrui.

Si può vendere una casa con usufrutto?

Quanto spetta all'usufruttuario in caso di vendita

Sì, è concesso procedere con la cessione dell’immobile a titolo oneroso o a titolo gratuito. Nel contratto di compravendita occorre indicare la data di scadenza dell’usufrutto. Secondo quanto stabilito dall’articolo 979 del codice civile, la durata dell’usufrutto non può eccedere la vita dell’usufruttuario e, in ogni caso, la validità del diritto non può superare i 30 anni. L’usufrutto non è trasmissibile agli eredi. 

Per conoscere il valore della nuda proprietà, stabilire il prezzo a cui mettere in vendita una casa gravata da usufrutto e calcolare le imposte può essere utile consultare le tabelle ufficiali predisposte dal Ministero dell’Economia.

Cosa spetta all'usufruttuario in caso di vendita?

Nel caso in cui il proprietario vendesse l’immobile con usufrutto, all’usufruttuario non spetta alcun tipo di ritorno economico, dal momento che possiede il solo diritto di godimento stabilito dal contratto. La totalità dei proventi della vendita è incassata dal proprietario. L’usufrutto non dà diritto a ricevere alcuna parte del ricavo in caso di vendita.

Per rendere effettiva la vendita di una casa gravata da usufrutto, non è neanche richiesto il consenso dell’usufruttuario, che, di fatto, non ha alcun potere decisionale sugli atti di compravendita. Il potere decisionale sulla vendita resta unicamente al proprietario, benché si spogli del diritto abitativo e dell’uso concreto dell’immobile. 

Chi ha l'usufrutto può vendere la casa?

Chi ottiene l’usufrutto di un immobile acquisisce esclusivamente il diritto di godimento, non ne diventa proprietario. L’unica persona che può decidere di vendere la casa è il proprietario, a cui rimane in capo la nuda proprietà. È il proprietario a detenere il diritto di compravendita, benché rinunci al diritto di utilizzare l’immobile.

Il titolare del diritto di usufrutto non può, pertanto, procedere alla vendita dell’immobile e ricavarne in tal modo profitto. L’usufruttuario non può vendere l’immobile oggetto di godimento o eseguire opere che ne alterino l’originaria destinazione economica. Non gli è consentito nemmeno trasmettere in eredità l’usufrutto. Al limite, la legge gli permette di:

  • subaffittare l’immobile oggetto del diritto di usufrutto
  • cedere il proprio diritto di usufrutto dietro corrispettivo o a titolo gratuito, dandone notifica al proprietario. 

L’usufruttuario può eventualmente acquisire il diritto di compravendita sull’immobile in questione nel caso in cui lo comprasse. Una volta diventato proprietario dell’immobile, può liberamente decidere di venderlo. Il titolare del diritto di usufrutto può acquisire la totalità dei diritti di proprietà anche per successione o decesso del proprietario. 

L’usufrutto si estingue con la vendita dell’immobile?

In caso di vendita, chi compra ricava solo la nuda proprietà e dovrà rispettare il diritto di usufrutto fino alla scadenza sancita dal contratto. Pertanto, l’usufrutto rimane in vigore anche con la vendita dell’immobile in questione. L’acquirente non potrà fruire personalmente del bene proprio per via della presenza dell’usufruttuario. 

In caso di vendita di una casa con usufrutto vitalizio, l’acquirente non potrà godere del diritto d’uso per tutta la durata della vita dell’usufruttuario. Potrà eventualmente utilizzare l’immobile solo nel caso in cui raggiunga un accordo con il titolare del diritto stesso.

Come vendere immobili gravati da usufrutto?

Nella compravendita di immobili gravati da usufrutto occorre, innanzitutto, calcolare il valore della nuda proprietà. Dopodiché si determina il prezzo e si può mettere in vendita l’immobile. Per fissare un prezzo di vendita equo può essere utile effettuare un’accurata valutazione immobiliare della proprietà. 

È doveroso informare i potenziali acquirenti della presenza di un diritto di usufrutto. Una volta individuato un acquirente idoneo e che accetti l’esistenza di tale diritto, si può procedere con il consueto iter di compravendita immobiliare

Tre punti chiave
  • L’usufruttuario acquisisce esclusivamente il diritto di utilizzare l’immobile oggetto di godimento, non ne diventa proprietario e non può decidere di venderlo.
  • Per vendere una casa oggetto di un diritto di usufrutto non è necessario ottenere il consenso dell’usufruttuario.
  • La totalità dei proventi della vendita di una casa con usufrutto è incassata dal proprietario. All’usufruttuario non spetta alcun tipo di compenso, dal momento che possiede il solo diritto di godimento.

Fonti 

FAQ

Mi prendo cura della casa di cui sono usufruttuario con la diligenza del buon padre di famiglia, perché non mi spetta nulla dalla vendita?

Perché non essendo proprietario dell’immobile e possedendo il solo diritto di godimento stabilito dal contratto, non ti spetta alcun compenso in caso di avvenuta compravendita.

Cosa succede se una casa con usufrutto viene pignorata?

Qualora una casa con usufrutto venisse pignorata, viene venduta all’asta solo la nuda proprietà. Il diritto di usufrutto rimane attivo sull’unità immobiliare. 

Qual è il vantaggio di acquistare una casa con usufrutto?

La presenza di un usufrutto in genere comporta un deprezzamento del bene. Pertanto, acquistando una casa con usufrutto a un prezzo contenuto la si può rivendere a prezzi di mercato una volta raggiunta la data di scadenza dell’usufrutto, ottenendo un guadagno. Si tratta di un investimento conveniente.

Jessica Maggi
Copywriter freelance con esperienza ultradecennale sia sul web che sulla carta stampata, con focus specifico nel settore immobiliare, fiscale, tributario e delle costruzioni. Laureata all’Università degli Studi di Milano, scrive sia in italiano che in inglese.
Articoli correlati
Quale Certificato Energetico può Servire Oltre all’APE?

Quale Certificato Energetico può Servire Oltre all’APE?

In un'epoca in cui la sostenibilità ambientale è al centro delle politiche europee, oltre all'attestato di prestazione energetica (APE), indispensabile in caso di vendita e locazione di un’unità immobiliare, ci sono diversi altri documenti e certificati di cui può essere utile e talvolta necessario disporre. Vediamo, quindi, quale altro certificato energetico può essere richiesto in […]
Agevolazioni Prima Casa: Quali Sono e Come Ottenerle

Agevolazioni Prima Casa: Quali Sono e Come Ottenerle

Le agevolazioni per la prima casa sono una misura in atto da diversi anni e che i governi che si susseguono cercano di prorogare periodicamente. In questo articolo spieghiamo in dettaglio in cosa consistono, chi può richiederle e come.  Cosa sono le agevolazioni sulla prima casa Le agevolazioni sulla prima casa consentono a chi acquista […]
Costo della Procura a Vendere: Quali Sono le Spese Associate alla Vendita Tramite Procura?

Costo della Procura a Vendere: Quali Sono le Spese Associate alla Vendita Tramite Procura?

Non sempre si può essere presenti per firmare il rogito dinanzi al notaio. Si pensi, per esempio, a chi vive da tempo all’estero e decide di vendere per inutilizzo gli immobili di cui è proprietario nel nostro Paese. L’ordinamento giuridico italiano permette, in casi come questo, di farsi rappresentare da terzi mediante procura. Come funziona? […]