Agente Immobiliare

Jessica Maggi
28.12.2023
7 min

Agente Immobiliare: Cosa Fa e Dove Lavora

Una figura professionale sempre molto richiesta nel settore del real estate è quella dell’agente immobiliare, un professionista che svolge un ruolo chiave nei processi di compravendita e locazione di beni immobili. Ambisci a intraprendere un percorso professionale in questo settore? Vediamo nel dettaglio chi è, cosa fa e come si diventa agente immobiliare.

Se stai cercando un agente immobiliare, trova la migliore agenzia nella zona che ti interessa per ottenere una consulenza competente della zona specifica in cui è situato l'immobile.

Chi è un agente immobiliare

L'agente immobiliare, propriamente detto agente d’affari in mediazioni immobiliari, è un professionista del settore del real estate che gestisce a tutto tondo la compravendita e la locazione di beni immobili, fungendo da intermediario tra le parti coinvolte nella trattativa e assicurandosi che le operazioni si svolgano nel pieno rispetto della legge. 

Cosa fa un agente immobiliare

Offriamo di seguito un’approfondita panoramica sulle tante mansioni e responsabilità di un agente immobiliare:

  • fungere da intermediario tra proprietari di immobili intenzionati a vendere o affittare e potenziali acquirenti e locatari, tenendo conto delle esigenze di tutte le parti coinvolte e cercando di trovare una soluzione soddisfacente per tutti;
  • effettuare valutazioni immobiliari e redigere i relativi report con il valore della proprietà, il prezzo al metro quadro, il valore locativo mensile e il rendimento locativo annuo;
  • determinare il valore di mercato degli immobili che gli vengono affidati;
  • redigere e gestire annunci di vendita e affitto per dare visibilità agli immobili sia online che offline, per esempio attraverso portali immobiliari, piattaforme digitali, database interni dell’agenzia, social network, materiale cartaceo, manifesti e pubblicazione di inserzioni su testate locali e free-press;
  • occuparsi di marketing immobiliare e della promozione degli immobili dati in locazione o messi in vendita; 
  • gestire le offerte, valutare le proposte di potenziali acquirenti e affittuari e condurre un’attenta opera di selezione finalizzata a individuare i candidati più idonei; 
  • accompagnare i candidati migliori in visite in loco e sopralluoghi delle proprietà, illustrandone le caratteristiche in modo imparziale;
  • occuparsi di home staging affinché gli immobili che gestisce si presentino al meglio;
  • offrire assistenza ai clienti nel disbrigo di adempimenti fiscali, amministrativi, contrattuali, burocratici, finanziari, notarili e giuridici relativi all'acquisto, alla vendita o all’affitto di immobili;
  • illustrare con chiarezza e trasparenza ai clienti i prezzi relativi alle commissioni di vendita o affitto;
  • offrire consulenza, consigli e supporto professionale a venditori e acquirenti per questioni relative al mercato immobiliare, documentazione e burocrazia;
  • cercare attivamente nuovi immobili da gestire nella propria area di competenza;
  • organizzare e promuovere eventi e open house in cui interfacciarsi con i potenziali clienti e mostrare gli immobili in vendita e affitto. 

Un agente immobiliare si occupa anche di lavori di ufficio, come per esempio l’aggiornamento dei database dell'agenzia con le transazioni in atto, le pratiche concluse, le proprietà in vendita e in affitto e i nominativi dei potenziali acquirenti. 

Dove lavora un agente immobiliare? 

Un agente immobiliare può essere titolare, socio o dipendente di un'agenzia o esercitare la professione in regime libero-professionale. 

Per essere in regola, gli agenti immobiliari devono iscriversi al registro delle imprese o al repertorio delle notizie economiche e amministrative (REA) presso la Camera di Commercio. Per l’esercizio della professione è altresì richiesta la stipula di una polizza assicurativa contro i rischi professionali ed è necessario non essere assoggettati a sanzioni amministrative di cui all’articolo 5 del decreto legislativo numero 507 del 30 dicembre 1999.

Quali sono i requisiti per diventare agente immobiliare?

Agente immobiliare

Per intraprendere un percorso professionale in questo settore e diventare agente immobiliare è richiesta un'adeguata preparazione nei seguenti ambiti:

  • mercato immobiliare e relative tendenze;
  • valutazione immobiliare;
  • marketing;
  • diritto immobiliare;
  • diritto civile;
  • diritto tributario, con specifico riferimento alle imposte relative al possesso e acquisto di immobili;
  • diritto urbanistico; 
  • finanza immobiliare; 
  • catasto; 
  • registri immobiliari;
  • licenze in materia edilizia; 
  • credito fondiario ed edilizio;
  • finanziamenti e agevolazioni finanziarie relative agli immobili.

È altresì importante per un agente immobiliare avere una solida conoscenza del linguaggio tecnico, legislativo e fiscale, nonché buone competenze informatiche. Per promuovere e pubblicizzare efficacemente gli immobili in vendita o affitto deve saper utilizzare con destrezza una pluralità di canali digitali e mezzi di comunicazione, tra cui i social network.

Doti personali di un agente immobiliare

Quello dell’agente immobiliare è un mestiere adatto a persone dinamiche, organizzate e intraprendenti. Tra le qualità, capacità e caratteristiche caratteriali che un agente immobiliare dovrebbe avere per svolgere al meglio le sue mansioni ci sono: 

  • eccellenti capacità comunicative e relazionali e abilità nel semplificare il linguaggio tecnico; 
  • orientamento al cliente; 
  • ascolto attivo e abilità nel comprendere le esigenze della clientela; 
  • ottime capacità di negoziazione, mediazione, contrattazione e persuasione;
  • padronanza delle tecniche di vendita, promozione e marketing; 
  • spiccate doti commerciali; 
  • buone capacità organizzative e gestionali; 
  • dinamicità;
  • proattività; 
  • attitudine a lavorare per obiettivi;
  • buone capacità di time management;
  • empatia;
  • attitudine al problem solving;
  • capacità di gestire lo stress.

Per un agente immobiliare è altresì importante saper lavorare in squadra e avere una naturale e spontanea propensione ai rapporti interpersonali e alla collaborazione. Nello svolgimento della professione si troverà, infatti, a interfacciarsi con una vasta pluralità di persone, da clienti, acquirenti e affittuari a periti, subagenti immobiliari, architetti, ingegneri, notai, legali, geometri, costruttori e pubbliche autorità. 

Nello svolgimento delle loro mansioni è richiesto che gli agenti immobiliari si spostino molto frequentemente sul territorio di competenza per ispezionare gli immobili che vengono loro affidati e accompagnare i potenziali clienti nei sopralluoghi. È pertanto necessario che siano in possesso di patente di guida. 

Come diventare agente immobiliare  

Consultando le offerte di impiego per il ruolo di agente immobiliare, si nota che i selezionatori e potenziali datori di lavoro in genere non indicano uno specifico titolo o indirizzo di studio. Una buona base per operare nel settore immobiliare può essere rappresentata da un diploma di scuola secondaria superiore di tipo tecnico-commerciale. Tra gli indirizzi più adatti si segnalano: 

  • diploma di ragioneria, che prende ora il nome di indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing;  
  • diploma di perito aziendale; 
  • diploma di istituto tecnico-commerciale per geometri, ora denominato diploma in Costruzioni, Ambiente e Territorio, come stabilito dal decreto del presidente della repubblica numero 88 del 15 marzo 2010.

Specialmente per chi ambisce a crescere nel settore del real estate è consigliabile proseguire gli studi con un percorso accademico di stampo economico, giuridico o amministrativo, con corsi di laurea in:

  • Scienze politiche, economiche e amministrative;
  • Economia e management;
  • Marketing;
  • Scienze dei servizi giuridici.

Come accennato, gli aspiranti agenti immobiliari devono iscriversi al registro delle imprese o al repertorio delle notizie economiche e amministrative (REA) presso la Camera di Commercio. Per poterlo fare occorre frequentare un corso per agente immobiliare presso un ente accreditato e riconosciuto dalla Camera di Commercio di riferimento. Si tratta di corsi in genere di durata minima di 220 ore, propedeutici all’accesso all’esame di abilitazione. Con il superamento di questa prova scritta e orale si consegue il patentino di agente immobiliare, necessario per l’esercizio della professione.

Formazione on the job 

Una volta superati i test e le selezioni, in genere le singole agenzie immobiliari offrono approfonditi training e percorsi formativi volti a fornire conoscenze specifiche ai neoassunti. I training interni prevedono solitamente una parte teorica, una parte di formazione tecnica nel campo dell'intermediazione immobiliare e una parte pratica, con affiancamento sul campo.

Per tenersi aggiornati sui trend del mercato immobiliare sulla normativa che regola i contratti di locazione e compravendita è doveroso che gli agenti immobiliari seguano regolarmente corsi di aggiornamento e approfondimento professionale.

Agente immobiliare: stipendio e prospettive di crescita 

Quello dell’agente immobiliare è un mestiere che offre buone opportunità di guadagno e di crescita. 

Quanto guadagna un agente immobiliare? Ebbene, se lavora alle dipendenze di un’agenzia immobiliare, in genere è previsto che l’agente immobiliare riceva uno stipendio mensile fisso e una parte variabile, commisurata alle trattative concluse con successo, che prende il nome di provvigione. In quanto intermediario che mette in relazione acquirente e venditore o locatore e locatario, l'agente percepisce una provvigione da entrambe le parti coinvolte nella trattativa quando l'affare va a buon fine. 

Talvolta sono previsti benefit, come per esempio auto, telefono e computer aziendali. Possono anche essere previsti bonus, premi e incentivi erogati in base ai risultati ottenuti e alle pratiche portate a termine.

Maturando esperienza nel ruolo si prospettano interessanti opportunità di crescita all'interno dell'agenzia immobiliare per cui si presta servizio, diventando manager immobiliare, responsabile di agenzia o responsabile di zona. Un agente immobiliare può anche specializzarsi in specifici segmenti e nicchie immobiliari particolarmente redditizi, come per esempio gli immobili di pregio e le nuove costruzioni. 

Tre punti chiave
  • L'agente immobiliare è un professionista che gestisce la compravendita o la locazione di immobili fungendo da intermediario tra venditori e acquirenti o locatori e locatari.
  • Per esercitare la professione è necessario iscriversi al registro delle imprese o al repertorio delle notizie economiche e amministrative (REA) presso la Camera di Commercio.
  • Per diventare agente immobiliare occorre seguire un apposito corso di formazione presso un ente riconosciuto dalla Camera di Commercio, propedeutico all’accesso all’esame di abilitazione.

Fonti

FAQ

Diventare agente immobiliare offre buone prospettive?

Sì, quello dell’agente immobiliare è un mestiere in cui il raggiungimento dell'autonomia operativa avviene solitamente in tempi piuttosto brevi. La rapidità con cui si può iniziare a operare e a guadagnare con le provvigioni è uno dei principali fattori che rendono così allettante la prospettiva di intraprendere un percorso in questo settore. Si inizia presto a guadagnare e, maturando una buona esperienza nel ruolo, si può ambire a ricoprire posizioni manageriali all’interno dell’agenzia e, un giorno, avviare un’attività nel settore.

Quanto guadagna un agente immobiliare alle prime armi?

Consultando le offerte di impiego per il ruolo di agente immobiliare si nota che, già per le posizioni junior, la retribuzione offerta è in genere piuttosto sostanziosa. Maturando esperienza nel ruolo si può arrivare a guadagnare cifre interessanti.

Jessica Maggi
Copywriter freelance con esperienza ultradecennale sia sul web che sulla carta stampata, con focus specifico nel settore immobiliare, fiscale, tributario e delle costruzioni. Laureata all’Università degli Studi di Milano, scrive sia in italiano che in inglese.