Desideri comprare casa?
Inizia da qui per una valutazione gratuita.
Schweizer Immobilienpreis-Barometer

Come Comprare Casa Passo Dopo Passo: Guida All’acquisto di una Proprietà 

Jessica Maggi
26.06.2024
6 min

Individuare un immobile adatto alle proprie esigenze e in linea con il budget di cui si dispone non basta. Prima di procedere con l'acquisto, ci sono importanti aspetti da considerare. Un errore di valutazione, un mancato controllo sulla conformità edilizio-urbanistica dell’immobile o una verifica non fatta sulla documentazione catastale possono far sorgere problematiche che rischiano di compromettere l’intera procedura. In questa guida illustriamo come comprare casa passo dopo passo, le verifiche da effettuare e la procedura da seguire.

Come comprare casa passo dopo passo

L'acquisto di una casa prevede vari passaggi, che esaminiamo approfonditamente di seguito. 

1. Effettuare le opportune verifiche sull’immobile

Comprare casa passo dopo passo

Una volta individuata un’unità immobiliare adatta alle proprie esigenze e ubicata nella zona di interesse, prima di intraprendere l’iter di compravendita è doveroso verificare che: 

  • la proprietà sia in regola dal punto di vista edilizio, urbanistico e catastale; 
  • gli impianti siano conformi alle norme di sicurezza; 
  • l’immobile rispetti gli eventuali vincoli urbanistici, ambientali, artistico-architettonici e paesaggistici presenti nel comune in cui è ubicato. 

A tal fine, è opportuno che, prima di ogni altra cosa, l’immobile venga approfonditamente ispezionato da un professionista del settore, che: 

  • effettui un’accurata valutazione immobiliare
  • calcoli il valore economico-commerciale della proprietà al fine di stabilire se il prezzo proposto dal proprietario sia equo e in linea con il mercato immobiliare;
  • esamini le condizioni strutturali, architettoniche, impiantistiche e manutentive dell’edificio; 
  • effettui rilievi finalizzati ad attestare lo stato dell’immobile;
  • verifichi l’eventuale presenza di irregolarità, difformità o abusi edilizi

Dopo aver eseguito una puntuale e dettagliata valutazione dell’immobile, il professionista formulerà una stima del valore di mercato della proprietà in questione ed eventualmente elaborerà una stima sull'entità, i tempi e i costi degli interventi necessari per mettere in regola la struttura. 

2. Esaminare la documentazione relativa all’immobile 

Vediamo cosa controllare prima di comprare casa e procedere con l’iter di acquisto:

È altresì consigliabile consultare il regolamento condominiale, leggere gli ultimi verbali delle assemblee di condominio e prendere visione dell'estratto delle spese condominiali, per farsi un’idea dei costi relativi alla proprietà in base alla suddivisione in millesimi. Può essere utile richiedere al proprietario un certificato di avvenuto saldo di tutte le spettanze a suo carico. Si consiglia altresì di informarsi su eventuali lavori già approvati per cui, una volta acquistato l’immobile, si sarebbe tenuti a contribuire alle spese. 

3. Presentare una proposta di acquisto 

Una volta appurato che l’immobile sia in regola e non presenti difformità che potrebbero ostacolare l’iter di compravendita, si può procedere con la presentazione di una formale proposta di acquisto. Si tratta di un documento scritto con cui l'acquirente esprime la sua intenzione di acquistare l’immobile in questione.

Con la presentazione della stessa, solitamente accompagnata dal versamento di un acconto sul prezzo di vendita, l’acquirente si vincola all’acquisto della proprietà, specificando: 

  • prezzo che offre per acquistare l’immobile;
  • modalità di pagamento;
  • termini in cui effettuerà il pagamento. 

La presentazione di una proposta di acquisto da parte dell’acquirente è definita irrevocabile dall’articolo 1329 del codice civile.

4. Attendere che il venditore accetti la proposta di acquisto o formuli una controproposta

Una volta ricevuta la proposta di acquisto, il proprietario dell’immobile ha la facoltà di scegliere se: 

  • accettare la proposta e procedere con l’iter di compravendita; 
  • rifiutare la proposta
  • formulare una controproposta.

Se il venditore ritiene inadeguato il prezzo offerto dal proponente o non condivide taluno degli aspetti indicati, può presentare a sua volta una controproposta. La decisione del venditore deve essere comunicata entro le tempistiche previste dalla proposta, che in genere variano da 7 a 15 giorni. 

Se le parti faticano a trovare un accordo, può rendersi necessario intavolare una trattativa. 

5. Sottoscrivere il contratto preliminare di compravendita

Con la sottoscrizione del contratto preliminare di compravendita, spesso chiamato compromesso, il venditore e l’acquirente si impegnano a concludere in un momento successivo l’atto di vendita definitivo e iniziano a stabilire i termini e le condizioni dell’operazione.  

Benché non sia obbligatoria, la stipula del contratto preliminare di vendita è, nella prassi, uno degli step fondamentali nella compravendita immobiliare

6. Richiedere un mutuo 

Se l’acquirente non dispone dell'intera somma necessaria per l'acquisto della proprietà, a questo punto si rende necessario richiedere un mutuo, compilando l’apposita domanda di finanziamento da presentare a un istituto di credito.

Affinché la banca possa valutare se la rata del mutuo sia effettivamente sostenibile per il richiedente, occorre fornire documenti che dimostrino la propria capacità di reddito e di credito. Occorre altresì fornire la documentazione relativa all’immobile che si desidera acquistare, tra cui una copia della suddetta proposta di acquisto e del preliminare di compravendita, affinché la banca possa stabilire se la proprietà in questione rappresenti effettivamente una garanzia sufficiente per la concessione del prestito.

7. Concludere il trasferimento di proprietà con il rogito notarile

Il passaggio conclusivo dell’iter di compravendita di un immobile è il rogito notarile, disciplinato dall’articolo 1470 del codice civile

Si tratta di un atto pubblico, con valore legale, stipulato dinanzi a un notaio, che formalizza il passaggio di proprietà dell’immobile. Pagandone il prezzo con le modalità pattuite, l’acquirente diventa, quindi, a tutti gli effetti proprietario dell’immobile.

Cosa sapere prima di comprare casa?

Oltre al prezzo dell’immobile occorre mettere in conto anche gli oneri relativi all’acquisto dello stesso, da versare al momento della firma del rogito, quali:

L’articolo 1475 del codice civile stabilisce che, salvo diverso accordo tra i contraenti, le spese relative al documento di compravendita siano a carico dell’acquirente.

Tre punti chiave
  • Una volta individuata un’unità immobiliare adatta alle proprie esigenze, prima di intraprendere l’iter di compravendita è doveroso effettuare le opportune verifiche sulla stessa, per accertarsi che sia in regola e non presenti irregolarità.
  • Prima di avviare l’iter di acquisto è opportuno esaminare la documentazione catastale relativa all’immobile, l'atto di provenienza, la visura ipotecaria, la segnalazione certificata di agibilità (SCA) e il regolamento condominiale.
  • Seguono la presentazione di una formale proposta di acquisto, la sottoscrizione del contratto preliminare di compravendita, l'eventuale presentazione di una domanda di finanziamento a un istituto di credito e il rogito notarile.

Fonti

FAQ

Quali sono gli aspetti che vengono considerati durante una valutazione immobiliare?

Il decreto legislativo numero 72 del 21 aprile 2016 indica i parametri da tenere in considerazione nella valutazione di un immobile per determinarne il valore, tra cui i principali sono la posizione, la metratura, le finiture, la condizione degli impianti, lo stato manutentivo della struttura e il livello di comfort.

Nell’immobile che vorrei acquistare è presente una finestra che non risulta nella planimetria. Cosa bisogna fare?

Per poter procedere con la compravendita della proprietà occorre regolarizzare la situazione catastale presentando apposita denuncia di variazione al catasto mediante la procedura telematica Docfa. Il proprietario dovrà, quindi, nominare un professionista abilitato che rediga una nuova planimetria conforme allo stato effettivo dell’unità immobiliare in questione e si occupi dell’aggiornamento dei riferimenti catastali.

Nell’appartamento di mio interesse è presente una stanza da bagno che dubito sia a norma di legge. Cosa bisogna fare?

Si consiglia di nominare un professionista certificato, come un architetto, un geometra o un perito tecnico, che effettui un approfondita perizia. Qualora venisse confermato che si tratta di un abuso edilizio, occorre procedere con la sanatoria, da richiedere entro 90 giorni dall’accertamento dell’illecito.

Jessica Maggi
Copywriter freelance con esperienza ultradecennale sia sul web che sulla carta stampata, con focus specifico nel settore immobiliare, fiscale, tributario e delle costruzioni. Laureata all’Università degli Studi di Milano, scrive sia in italiano che in inglese.
Articoli correlati
Si Può Comprare Casa Senza Soldi?

Si Può Comprare Casa Senza Soldi?

Il progetto di acquistare un immobile di proprietà non è detto che debba necessariamente essere subordinato all’immediata disponibilità di grandi somme di denaro. In questo articolo illustriamo un’ampia rosa di soluzioni che possono fare al caso di chi, magari, non dispone al momento dell’intera cifra per acquistare una proprietà né per versare l’acconto del 20% […]
Tasse e Spese per l’Acquisto di una Seconda Casa

Tasse e Spese per l’Acquisto di una Seconda Casa

L’ordinamento giuridico italiano considera i secondi immobili di proprietà come beni extra, non strettamente necessari per il proprietario e i suoi familiari. Proprio per questo l’acquisto di una seconda casa comporta oneri fiscali decisamente più pesanti rispetto all’abitazione principale, con tasse più elevate e la pressoché totale assenza di esenzioni e agevolazioni. Vediamo nello specifico […]
Differenza tra Mutuo, Prestito e Finanziamento

Differenza tra Mutuo, Prestito e Finanziamento

Quando si tratta di ottenere denaro per vari scopi, termini come mutuo, prestito e finanziamento sono spesso utilizzati, a volte in modo intercambiabile. Tuttavia, ognuno di questi termini ha significati specifici e applicazioni diverse. Comprendere le differenze è fondamentale per fare una scelta informata. Vediamo più nel dettaglio qual è la differenza tra  mutuo, prestito […]